5 cose che non sapevi di Lampe Berger Paris

5 cose che non sapevi di Lampe Berger Paris

Una storia lunga più di cento anni, 5 milioni di litri di profumo prodotti ogni anno, 800.000 lampade venduti ogni anno, centinaia di essenze realizzate nella sua sono i numeri di un brand che ancora oggi è un punto di riferimento nel mondo del design e della profumazione per ambienti. A partire dalla sua nascita sono moltissimi gli aneddoti che possono raccontare leggendo la straordinaria storia del brand scritta da Gérald Vilcocq. Io ne ho scelto cinque, quelle che più di altre mi hanno affascinata e incuriosita.

Tra un minuto ti svelerò le mia classifica delle curiosità del marchio Lampe Berger. Prima però ti chiedo di lasciare una recensione sulla pagina Facebook di Fioreria Carantoni. Per me è davvero importante!

---> SCRIVI LA TUA RECENSIONE <---

Scrivi una recensione su Carantoni Fioreria e Sweet Home

#1 - Maurice Hilaire Berger era un francese dalle origini svizzere

Maurice nasce a Parigi il 2 dicembre 1866 da mamma Adeline Augustine Jacquard, ma viene riconosciuto dal padre, Luis François Samuel Berger, solamente il 6 maggio 1867. Il padre era un cittadino svizzero impiegato di commercio a Parigi che, dopo aver sposato Adeline, si trasferisce definitivamente nella capitale francese.


Maurice Berger - Lampe Berger Paris

Maurice Berger intorno al 1905

#2 - A Maurice Hilaire Berger non piaceva studiare

Proprio così! Maurice iniziò gli studi che concluse nel 1890, senza ottenere il diploma di farmacista: tutti i documenti dell’epoca in cui è citata la sua professione lo indicano come chimico. Nonostante questo Maurice lavora nella farmacia Bailly, la più importante di Parigi, dove inizio a studiare il sistema sulla futura lampada che porterà il suo nome.

Catalogo farmacia Bailly 1922

Catalogo della farmacia Bailly del 1922

#3 - La Lampe Berger nasce per purificare l’atmosfera, non per profumarla

Per rispondere a una forte preoccupazione dell’epoca, l’asepsi degli ospedali, Maurice Berger inventa un sistema di diffusione per catalisi che produce aldeidi gassose (composti chimici) attraverso l’ossidazione di alcool primario (etilico o metilico) realizzata tramite il contatto di quest’ultimo con il platino, o uno dei suoi derivati portato all’incandescenza. A questa tecnologia rivoluzionaria per purificare l’atmosfera delle stanze chiuse, Berger aggiunge il profumo trasformandola in un oggetto di uso privato dando così origine alla società Lampe Berger. E’ per questo che le Lampe Berger non profumano l’aria ma la purificano eliminando gli odori.

Maurice berger, moglie e operaia

Berger, moglie e un'operaia al lavoro nel 1920

#4 - La Lampe Berger non fu la prima

Eh già! A onor del vero non fu la prima come concetto ma fu senza dubbio l’unico ad usare il sistema di purificazione dell’aria così come pensato da Maurice Hilaire Berger. Altre case avevano tentato di percorrere questa strada. La prima in assoluto fu la Müller, con la sua lampada fumivora igienica. Luis Müller però, non registrò il brevetto ma solamente il marchio collegato alle sue lampade. L’altra lampada fu creata da André Guasco, titolare di svariati brevetti relativi a procedimenti di disinfezione e, in particolare, a “un nuovo sistema di bruciatore antisettico”. Entrambe le lampade non trovarono successo nel lungo periodo. Solo Lampe Berger prospera ancora oggi.

---> SCOPRI LA NUOVA COLLEZIONE LAMPE BERGER <---

Lampada Muller concorrenza Lampe Berger Paris

La lampada Müller e i suoi accessori

#5 La Lampe Berger non era il prodotto di punta pensato da Maurice Berger

I prodotti inventati da Berger, in fatti, furono tre: la lampada igienica Berger, alcuni articoli per la disinfezione tra cui l’Ozosenteur e un sistema di evaporazione a freddo destinato principalmente ai “cabinet d’aisance”, come si definivano all’epoca i WC, e alle sale da bagno. Maurice Berger, all’epoca, non era consapevole del successo che avrebbe potuto riscuotere la sua lampada igienica: prova ne è il fatto che decide di battezzare il negozio con il nome del suo apparecchio per l’evaporazione a freddo: L’Ozosenteur.

---> SCOPRI LE NUOVE PROFUMAZIONI LAMPE BERGER <---

Catalogo storico Lampe Berger Paris

Catalogo Berger 1910

---> ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E SCOPRI TUTTE LE NOVITA' <---

La storia della “maison Berger” passa poi per una serie di sviluppi commerciali importanti che l’hanno portata ad essere l’azienda che oggi. Interessanti sono inoltre tutti gli sviluppi stilistici attraversati dal design delle lampade e in particolare nelle caratteristiche dei materiali e nei colori utilizzati. Ogni periodo portò incredibili novità stilistiche che ripercorreremo insieme nel prossimo articolo.

Ora che hai scoperto la fantastica storia di Lampe Berger Paris, puoi approfondire l'utilizzo delle lampade catalitiche. In questo articolo "Come usare correttamente la tua Lampe Berger in 7 mosse + 3 Bonus" ti spiego come usarle corretamente e qualche trucchetto per sfruttarle al massimo!

A presto.

Carmen

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori

Nome:
E-mail: (non sarà pubblicata)
Commento:
Digita il codice